Perle di Grazia – Cataratto Spumante Brut “Terre di Gratia”

Amici, questa volta il vostro Gulliver vi propone una sorpresa che spicca nel vasto panorama vinicolo che offre la Sicilia. Si tratta della versione spumantizzata (Metodo Charmat) di una delle uve più coltivate in questa terra: il Cataratto.

Si tratta di una prima in assoluto per me; non avendo mai degustato prima questo vitigno in versione bollicina vi chiedo già anticipatamente di prendere il mio giudizio con le dovute precauzioni.

Premetto che la raccolta delle uve è avvenuta in maniera anticipata rispetto alla loro piena maturazione.

Brillante e dal bel giallo paglierino dimostra di avere una effervescenza persistente con un numero di bollicine numerose. Si tratta di bollicine dalla grana fine che vanno a creare una stuzzicante coroncina che ci accompagna in maniera gradevole la degustazione.

Le bollicine esaltano gli aspetti floreali ed agrumati di questo vitigno: gelsomino accompagnato da cedro e limone sono i veri padroni di questo vino. Inoltre, un delicato e intrigante aroma di fiori di zagara rapisce il palato. Si percepisce questa lievissima essenza dolciastra data proprio da questo fiore. Un bouquet abbastanza complesso ma intenso e persistente.

Al palato si dimostra: fresco, abbastanza sapido e con una discreta persistenza che ci accompagna durante tutta la degustazione. Le bollicine graffiano delicatamente il palato senza strafare. Soprattutto si percepiscono in bocca gli aromi agrumati (Pompelmo e Cedro in primis), inoltre dimostra di avere una buona persistenza (anche dopo svariati secondo si continuano a percepire all’interno del palato).

Un vino mediamente di corpo e abbastanza equilibrato vista la natura del vitigno stesso.

Per chi ama i gusti della Sicilia e i suoi agrumeti questo vino lo soddisferà sicuramente.

Alla prossima dal vostro Gulliver.